Iscrizione Newsletter

x
#

L'AZIENDA E LA FILOSOFIA - I COLORI DEL VINO

   

FILOSOFIA E AZIENDA

Grandi progetti da eterogeneità di esperienze

Una vigna,  poco più di due ettari, in conversione biologica dalla quale l’azienda Antropoli Agricola, fondata a Pontelatone dal Dr. Carmine Antropoli e seguita personalmente con passione dal responsabile del brand Lucrezia Cicia, compagna di vita di Carmine; l’azienda produce circa quindicimila selezionatissime bottiglie in quattro etichette.

Abbiamo dedicato tempo e ricerca alla scelta dei terreni migliori, volendo proporre solo prodotti di pregio e di vanto del territorio. Produrre vino di una qualità senza compromessi e che doni agli amanti del genere il massimo piacere è al centro della nostra filosofia e di tutte le nostre azioni.

Tutti i nostri vini devono soddisfare i più elevati standard di qualità, questo è ciò che Antropoli Agricola si impegna a fare giorno dopo giorno, con fatica e sudore,  sempre alla ricerca di modi per migliorare le vigne nelle terre “feconde” di Pontelatone e la cantina…

Il nostro scopo è distinguersi, ecco il principio che ci guida tutti i giorni, solo con uve di prima categoria, siamo in grado di produrre un prodotto unico di alta qualità.
Ci vuole grande rispetto per la natura per raggiungere questo obiettivo.  Per l’Antropoli Agricola  il lavoro in vigna è percepito come un flusso di energia che deve essere rispettato al massimo grado; noi cerchiamo di farlo al meglio.

ATMOSFERA IDEALE

La terra viva e fertile dei vigneti Antropoli Agricola

Vigna Cerri si estende per oltre 2,3 ha, a 120 m sul livello del mare, la terra è del tipo arenaceo argilloso, qui coltivativiamo il Casavecchia, il Pallagrello Bianco e un particolare biotipo di Pallagrello localmente denominato “Scampolaguerra”, purtroppo in via di estinzione, ma sul quale stiamo lavorando per ottenere una prima vinificazione. Il vigneto di Cervareccia si estende per 1 ha, ad una altitudine di 110 m s.l.m, e su questi terreni di natura piroclastica che nasce il nostro Pallagrello Nero.

I vigneti sono alle pendici della catena montuosa del Monte Maggiore, nel territorio del Comune di Pontelatone in provincia di Caserta. I terreni di origine vulcanica, estremamente vocati alla viticoltura e l’interazione della natura con la presenza umana, ha costituito un luogo unico e raro. La tenuta è circondata da un ruscello e da un bosco naturale, per complessivi 5 ettari, di cui 2,3 selezionati e destinati alla coltivazione della vite. Le escursioni termiche tra giorno e notte, la giusta ventilazione, l’ottima composizione del terreno e i bellissimi impianti a guyot, fanno dei vigneti, straordinari giardini.

I PRODOTTI

2013
CASAVECCHIA

Uvaggio Casavecchia 100%, terreno franco limoso di origine piroclastica.

2015
PALLAGRELLO BIANCO

Uvaggio pallagrello bianco 100%, macerazione prefermatativa a freddo sulle bucce di 12 ore

2015
CRILÙ SPUMANTE ASPRINIO

Tecnica di vinificazione con metodo Charmat, terreno franco limosi di origine alluvionale

2016
PALLAGRELLO NERO

Uvaggio pallagrello nero 100%, macerazione prefermatativa a freddo sulle bucce di 12 ore

TERRITORIO

VALORE DAL SUOLO

Nascosto tra i rilievi di Monte Maggiore, protetto da una costellazione di rilievi collinari e montani, Pontelatone è separato dalla piana del Basso Volturno, dalla dorsale del Monte Raggeto, con i rilievi di Monte Castellone la Colla – Ragazzano e Monte Pozzillo, estese propaggini sud occidentale del Monte Maggiore che costituiscono la cosidetta “catena dei Monti Gallicola”.
Il territorio di Pontelatone è elogiato, sin dall’antichità, per l’elevata qualità dei suoi prodotti, in particolare per il vino.
Un’eccellenza locale è sicuramente il vino DOC Casavecchia, un prodotto che ha una storia millenaria e che gli antichi scrittori latini ricordano come “vino trebulano”.
Il Casavecchia è un vitigno dalle bacche rosse e scure, quasi nere, con un grosso e lungo grappolo spargolo. La sua origine è millenaria: potrebbe essere identificato con l’uva del vino Trebulanum bevuto DSC_0261dai legionari dell’Antica Roma e citato da Plinio il Vecchio (23 d.C. – 79 d.C.) nel XIV libro della Naturalis Historia. Pare che il Trebulanum provenisse dall’insediamento romano di Trebula Balliensis, l’attuale Treglia, a pochissimi chilometri da Liberi. Non si hanno altre notizie fino alla fine dell’Ottocento quando secondo la leggenda, dopo una tremenda epidemia che sterminò gran parte delle viti della zona, un contadino rinvenne vicino a un rudere di una vecchia casa un grosso ceppo di vite ancora vivo e vigoroso, che da quel giorno tutti chiamarono Casavecchia. Da allora i contadini lo coltivano nelle valli intorno a Liberi, ma solo all’inizio degli anni Duemila è stato inserito ufficialmente nel Registro nazionale delle varietà di viti e dal 2012 è stato pubblicato il disciplinare Casavecchia di Pontelatone DOP
La Sagra dell’Uva da vino Casavecchia, organizzata dalla Pro Loco Pontelatone, è giunta a ben 41 edizioni di percorsi enogastronomici e degustazioni di pregiati vini.
Aria salubre, prodotti tipici di qualità e paesaggi incontaminati, rappresentano la combinazione perfetta di elementi in grado di garantire la qualità dei prodotti di eccellenza che la terra dona.

CONTATTI

Antropoli Agricola - azienda vinicola, vigneti in Pontelatone

Indirizzo Uffici:
Via IV Novembre 11, Sant’Angelo in Formis, 81043 (Capua)

Telefono:
+39 0823 995499

E-mail:
info@antropoliagricola.it

Dal 01/01/2018 al 31/12/2018
Antropoli Agricola - Azienda Vinicola | CAPUA (Caserta)

Photo Gallery

#1 #1 #1 #1 #1 #1 #1 #1